THE BRADIPOS IV “Live At KFJC Radio!!”

THE BRADIPOS IV

Live At KFJC Radio!!

Freak House-Full Heads/Audioglobe

Considerati da più parti tra i principali esponenti della musica surf-garage in Italia ed in Europa, i BRADIPOS IV sono un gruppo casertano con una quindicina d’anni di carriera alle spalle. E se di album ne hanno approntati solo un paio (Instromania e Surf Session) di certo non si son fatti mancare un’intensa attività live, con la quale hanno infuocato i palchi del vecchio continente. Però, in fondo, diciamocelo, quale potrebbe essere davvero il sogno di una band dedita alla surf music, se non quello di suonare nella patria del genere, ovvero la California? Nell’estate 2011, per i Bradipos IV, il sogno è però diventato finalmente realtà: primo tour americano, con dieci date in California, sull’asse che da San Francisco va a San Diego. Ed è proprio in occasione di questo tour che è nato questo nuovo album live. Le cose sono all’incirca andate così: Phil Dirt, famosissimo DJ di musica surf, da anni fan della formazione, ha l’idea, specie dopo aver visto uno dei loro show, d’invitarli a suonare presso gli studi della KFJC, storica emittente radiofonica di Los Altos Hill. Contatta così la collega Cousin Mary e organizza la cosa. Quello che è avvenuto, lo si può sentire oggi in Live At KFJC Radio!!, dischetto svelto e conciso che, a dispetto di una registrazione non proprio dinamica ed in alta fedeltà (il tutto è stato riversato, ovviamente in presa diretta, su un basico due piste e poi semplicemente mandato in masterizzazione), difficilmente vi farà tenere incollato il culo alla poltrona. Sono un gruppo di genere i Bradipos IV, non si discostano dai topos della surf music e non tentano nessuna operazione modernista, questo è palese. Ma se quel suono fa parte del vostro DNA e siete in cerca di puro e sano divertimento, be’, tranquilli allora, con loro non mancherà di certo. Più o meno equamente diviso tra cover ed originali autografi, in meno di mezz’ora, Live At KFJC Radio!! allinea nove brani, affidando l’apertura ad un medley composto da Everybody Up/Malaguena/Latin’ia e poi spandendo sul suo percorso eccitanti riletture surf di A Fistful Of Dollars di Morricone, di Carmela di Sergio Bruni, della A Shot In The Dark di Henry Mancini, ma anche infuocati brani propri come le bellissime Mysterion e L’Inseguimento. L’abilità tecnica non gli manca e neppure il gusto di saper metter i suoni nei punti e nel modo giusto. Dovessero passare dalle mie parti, di certo non mancherò di esserci!!

Lino Brunetti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...