SURGERY “Reset”

SURGERY

Reset

Altipiani/Audioglobe

Un’immagine live alla Slipknot, frutto delle maschere create da Sergio Stivaletti, collaboratore degli effetti speciale per Dario Argento, una produzione cristallina ed affilata alla perfezione, una sequela di riff pesantissimi presi a prestito dai Rammstein, una sezione ritmica da dancefloor estremo, una ridda di effetti sonori e sintetizzatori, due voci, maschile e femminile, che si sovrappongono uno all’altra, l’italiano usato come lingua principale ma con l’inglese sempre presente. Questi sono i Surgery, da Roma, al loro terzo disco. Una musica dalla glaciale precisione chirurgica, un incubo industriale con ritmiche che strizzano l’occhio al dubstep, infarcite di robuste iniezioni noise. Le loro sono canzone che procedono marziali su binari infiniti (Fino All’ultimo Respiro) piacevoli anche se alla lunga una inevitabile sensazione di monotonia mi attanaglia. Su tutte, ma non prendetela come una critica, la cover dei Berlin The Metro, che ha un tiro micidiale. Non sono un fan accanito di questo genere ma bisogna riconoscere la riuscita di un buon lavoro.

Daniele Ghiro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...