Lars Rock Fest 2019

A meno di un mese dall’inizio della sua ottava edizione il LARS ROCK FEST, festival ad ingresso gratuito organizzato dall’Associazione Culturale GEC Gruppo Effetti Collaterali e dedicato alle sonorità indie-alternative internazionali ed italiane, dal 5 al 7 Luglio presso i Giardini Pubblici di Chiusi Scalo (SI), presenta il programma completo di concerti e attività collegate che danno vita alla sua edizione 2019.

453b89e1-1d51-4028-822b-6e60ac1e2909

La serata di apertura venerdì 5 luglio vedrà, oltre al concerto già annunciato dei canadesi METZ, considerati come una delle migliori formazioni in circolazione quando si parla di alternative rock e punk-hardcore, con tre album per la mitica SUB POP di Seattle, i live del progetto post-hc romano LAGS e quello dei KINT da Modena, il super gruppo punk-noise-posthardcore con membri di Death Of Anna Karina e RedlineSeason.

Protagonisti della seconda serata del LARS ROCK FEST 2019 saranno i CLOUD NOTHINGS da Cleveland (USA), in arrivo in Italia per presentare l’ultimo album che ha confermato il quartetto come una delle band rock and roll più interessanti e significative dell’ultima decade, insieme ai calabresi MCKENZIE, artefici di un’originale miscela italo-core e il dream pop/shoegaze psichedelico degli HUMAN COLONIES da Bologna.

A rendere memorabile la serata finale domenica 7 luglio ci penseranno gli australiani WOLFMOTHER, la band capitanata da Andrew Stockdale che sulle orme di formazioni storiche come Led Zeppelin, AC/DC ed Aerosmith è riuscita nel tempo ad ottenere un ampio seguito mondiale. Con loro sul palco il trio stoner-rock romano BLACK RAINBOWS, con sei album all’attivo, svariati EP ed innumerevoli concerti sia in Italia che all’estero, e il collettivo audio-visual di Perugia BECOMING X.

A completare il programma musicale ci penserà il CAMPFIRE STAGE che ogni sera proporrà un after show intorno ad un falò. I gruppi che si esibiranno in questa cornice intima e suggestiva saranno Augustine (venerdì), One Glass Eye (sabato) e Dead Poets Society (domenica).

Come di consueto il programma del LARS ROCK FEST proporrà una serie di spazi ed eventi culturali nell’area del festival:

OPEN BOOK
Con il Lars Rock Fest torna Open Book: un’occasione imperdibile per toccare con mano pubblicazioni di grande qualità e avvicinarsi al mondo visionario, libero e creativo dell’editoria indipendente. Per 3 giorni, Open Book offrirà un’immersione rigenerante nella resistenza culturale, a difesa della bibliodiversità e della pluralità di pensiero. Inoltre quest’anno, Open Book accoglierà anche lo spazio riviste con la preziosa collaborazione di Firenze RiVista​ e la partecipazione di Edicola 518​.
Il programma completo nell’evento ufficiale

Anche quest’anno il consueto spazio STREET MARKET permetterà al pubblico del festival di acquistare vinili, CD, fumetti, libri, abbigliamento e prodotti di artigianato, mentre quello dedicato alla ristorazione FOOD&DRINKS offrirà un ristorante, un’area street food ed una dedicata a birre e cocktail .

Completa il programma lo spazio ART&FUN con live drawing e laboratori artistici per adulti, ragazzi e bambini.

Per tutti coloro che verranno in treno o per chi pernotterà al campeggio sul lago di Chiusi oppure nel centro storico, sarà operativo il servizio LARS ROCK SHUTTLE, navetta gratuita a chiamata.

PROGRAMMA

Tutti i giorni:
17.00 – apertura street market, mercatino del disco, fiera dell’editoria indipendente Open Book
17.30 – apertura birreria e cocktail bar
19.30 – apertura ristorante e pub
19.30 – “9 studenti per 9 manifesti”. Gli studenti del III corso dell’Istituto Italiano di Design di Perugia espongono i loro elaborati progettati come esercitazione durante il corso di metodologie progettuali e le sperimentazioni di serigrafia fatte nel workshop con Mynameisbri. A cura di Daniele Pampanelli e IID
20.00 – dj-(sun)set
20.00 – live painting drawing con Biblioteca delle Nuvole e collettivo Becoming X
21:30 – inizio concerti Main Stage

Venerdi 05.07
18.00/19.00 – laboratorio per bambini con Chiara Dionigi (Collettivo Becoming X)
18.30/19.30 – Presentazione della graphic novel “4 vecchi di merda”, Coconino Press 2018, di Marco Taddei e Simone Angelini.
Fumetto horror ironico: quattro punk all’ospizio in un futuro vecchio, una distopia  contraddistinta dal classico humor nero e dal nichilismo che ha reso famosa la coppia. In collaborazione con TINALS che presenta “Sui Generis: this Is Not Punk”.
Con Andrea Provinciali, Marco Taddei e Simone Angelini.

Sabato 06.07
17.00 – Open Book ospita riviste internazionali e italiane in collaborazione con il festival fiorentino “Firenze Rivista” e con la partecipazione di Edicola 518
18.00/19.00 – “Go green! Restiamo al verde!”, letture e laboratorio per bambini per esplorare insieme il colore più ecologico dell’anno. A cura di La Sedia Blu – Firenze. Età 6-10 anni.
18.00/19.00 – Yoga con Eleonora. Una lezione di hatha vinyasa yoga per riequilibrare corpo, mente e respiro. A cura di Eleonora Ansano.

Domenica 07.07
17.30/18.30 – “D’AMAndo”, laboratorio per bambini. Costruiamo una dama con materiali di recupero e giochiamo insieme. A cura di Comitato Soci Coop di Chiusi e Legambiente. Età 6-10 anni.
18.30/19.30 – “Badabum che bum”, letture e musica. A cura di Biblioteca di Chiusi. Età 0-6 anni.
19.00/20.00 – Presentazione del libro “Rock Lit”, Jimenez edizioni 2018, di Liborio Conca.
«Sherwood Anderson, John Cheever e Flannery O’Connor hanno cambiato la mia musica» Bruce Springsteen. A cosa serve la letteratura per chi fa rock?  Liborio Conca risponde alla domanda in un viaggio tra la musica e la letteratura. Con Liborio Conca e Stefano Solventi.

Annunci

Wøm Fest 2019

womfest-lucca-2019

Saranno La Rappresentante di Lista e i Fast Animals and Slow Kids gli headliner del WØM FEST 2019, nei giorni 7 e 8 Giugno nel parco della storica Villa Bottini di Lucca.

In questa edizione il festival di primavera, organizzato dall’associazione culturale WOM, vuole puntare l’attenzione sulla parità tra uomo e donna, dedicando la prima giornata a concerti di voci femminili e la seconda a voci maschili.
Saranno infatti
Emma Morton and the Graces e la giovanissima Boyrebecca ad accompagnare La Rappresentate di Lista il primo giorno, mentre gli esterina e i Metropol saliranno sul palco con i FASK il secondo.

Oltre all’attenzione verso la proposta musicale, il WØM FEST ha voluto sottolineare la cura particolare verso quegli aspetti che potranno rendere migliore possibile l’esperienza del festival per il proprio pubblico.

Scegliere la splendida e accogliente cornice di Villa Bottini, in continuità con le precedenti edizioni, evidenzia l’obiettivo di proporre una location suggestiva, ma anche piacevole e rilassante. Oltre alla Zona Food, con una proposta culinaria variegata e comprendente anche street food di qualità, ci sarà una zona Expo con uno spazio dedicato al vinile e a diverse produzioni artistiche, ad opera di giovani artisti trasversali, tra dipinti e fumetti, stampe e disegni.

L’intenzione del WØM è quella di rendere l’area del festival un luogo ospitale che potrà accogliere il pubblico già dalle ore 18.00, per poter degustare un aperitivo di qualità con la musica selezionata da diversi DJ.

Il WØM FEST vi aspetta venerdì 7 a Sabato 8 Giugno a Lucca!

Biglietto giornaliero: 12 euro + d.p.
Abbonamento due giorni: 20 euro + d.p.
Prevendita: www.diyticket.it/festivals/9/wom-fest

Asti Musica 2018

XXIII EDIZIONE
ASTIMUSICA
5-16 LUGLIO 2018
ASTI
Piazza Cattedrale

astimusicasenzaanno
Torna dal 5 al 16 luglio nella splendida cornice di Piazza Cattedrale ad Asti, organizzato da Comune di Asti e Asp (Asti Servizi Pubblici) e con la direzione artistica di Massimo Cotto, Astimusica. Un festival che, giunto alla sua ventitreesima edizione, si colloca a pieno titolo come uno degli eventi musicali dell’estate più importanti non solo a livello regionale ma anche nazionale, avendo ospitato nel corso della sua storia molti tra i più importanti artisti italiani ed internazionali.

Il ricco programma, che prevede l’anteprima “ASPettando Astimusica” nel Cortile di Palazzo Ottolenghi il 4 luglio con i Sinfonico Honolulu, vede protagonisti quest’anno alcuni dei nomi nuovi e più interessanti del panorama musicale e culturale italiano (dagli youtuber Favij e Klaus, fino ai rapper Shade, Achille Lauro e Quentin40, passando per la cantautrice Annalisa) e pilastri della musica come il bluesman statunitense Joe Louis Walker. Ad impreziosire il tutto, un’eccezionale anteprima nazionale: si terrà ad Astimusica infatti la prima assoluta dello spettacolo “Qualche estate fa – vita, poesia e musica di Franco Califano” con Claudia Gerini e i Solis String Quartet. Spazio anche ad un altro momento dedicato al teatro, con la tappa astigiana di “Tutto fa Broadway”, il dissacrante show del duo comico Pio e Amedeo. A completare il calendario, la freschezza del giovane Mirkoeilcane, vincitore del premio della critica Mia Martini all’ultima edizione del festival di Sanremo e l’ormai consueto talent astigiano “Asti God’s Talent”, oltre a momenti dedicati alla world music, con i Tarantolati di Tricarico, la Krikka Reggae e il jazz della ISO Band.

Il cartellone verrà ulteriormente arricchito ad inizio giugno, con l’annuncio di uno degli ospiti di punta del festival.

Da sottolineare anche la collaborazione tra Astimusica e la Fondazione Matera-Basilicata 2019. Non è infatti un caso che il primo e l’ultimo concerto del festival vedano protagoniste band lucane: questa iniziativa segna invece un “evento nell’evento”, che si inserisce nel percorso di avvicinamento a Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

Infine, durante tutte le serate del festival sarà possibile cenare nel ristorante-enoteca allestito in Piazza Cattedrale, dove verranno proposti vini astigiani nell’ottica di valorizzare il territorio.

IL PROGRAMMA :
MERCOLEDI 4 (ingresso libero)
“ASPettando Astimusica: Cortile di Palazzo Ottolenghi”
SINFONICO HONOLULU

GIOVEDI 5 (ingresso libero)
TARANTOLATI di TRICARICO

VENERDI 6 (ingressi numerati primi posti € 35; ingressi non numerati secondi posti € 20)
PIO & AMEDEO – “Tutto fa Broadway”

SABATO 7 (ingressi € 10 a partire dalle ore 16)
FAVIJ, CESCA, KLAUS e SHADE

DOMENICA 8 (ingresso libero)
ASTI GOD’S TALENT
Organizzato dalla Pastorale Giovanile della Diocesi di Asti

LUNEDI 9 (ingresso € 15)
Prima nazionale: “Qualche estate fa – vita, poesia e musica di Franco Califano” con CLAUDIA GERINI e SOLIS STRING QUARTET

MARTEDI 10 (ingresso € 13)
ACHILLE LAURO, QUENTIN 40 e DJ NGL

MERCOLEDI 11 (ingresso libero)
JOE LOUIS WALKER

GIOVEDI 12 (ingresso libero)
MIRKOEILCANE

VENERDI 13
** DA ANNUNCIARE **

SABATO 14 (ingresso € 15)
ANNALISA

DOMENICA 15 (ingresso libero)
ISO BAND

LUNEDI 16 (ingresso libero)
KRIKKA REGGAE – serata dedicata ad “Oscarino”

PREVENDITE SUL TERRITORIO (attive a partire dai prossimi giorni)
ASTI
Teatro Alfieri, via Leone Grandi, tel. 0141.399057-0141.399040 (biglietteria aperta da martedì a venerdì ore 10-17)
Alfieri Foto, Piazza Astesano 22, tel. 0141.320186
Libreria Alberi d’acqua, via Rossini 1, tel./fax 0141.556270;
Musiche Piazza Italia 11, tel. 0141.590558.

ALBA
Radio Guido, via Vittorio Emanuele 17, tel. 0173.440298

PREVENDITE ONLINE (attive a partire dai prossimi giorni, anche nei negozi convenzionati)
www.ticketone.it
www.ciaotickets.com
www.ticket.it (tel. 011.3161116)

 

 

WØM FEST 2018

1522828285307028-1522769854514876-cover-evento.png

Dopo il grande successo della prima edizione, torna il WØM FEST, tre giorni di musica dal vivo, dal 24 al 26 di maggio nel giardino della cinquecentesca Villa Bottini, nel cuore di Lucca

Sempre alla ricerca degli artisti più rappresentativi della scena indie italiana, il WØM FEST alza l’asticella delle sue proposte e propone per la serata di apertura il sound irresistibile dei SELTON, brasiliani di nascita, ma ormai italianissimi di adozione, COLAPESCE, nome di punta dell’ onda cantautorale italiana degli anni ’10, che porterà sul palco il suo fortunato ultimo album “Infedele” e DONATELLA RETTORE, raro esempio di cantautrice, nel mondo della Canzone Italiana, che ha saputo coniugare avanguardia e mainstream con ironia e libertà artistica.

Un ruolo importantissimo lo giocheranno anche le altre band che suoneranno sul palco del WØM FEST, come GENERIC ANIMAL, uno dei progetti emergenti del momento, l’eleganza dei fiorentini LA NOTTE, FRANCESCO DE LEO, il progetto solista del frontman de L’Officina della Camomilla, in questi giorni impegnato con il tour dei BAUSTELLE, e gli indie-hero locali Effenberg, Gionata e Ciulla.

Anche per questa seconda edizione lo scenario in cui si svolgerà il WØM FEST sarà il meraviglioso parco di Villa Bottini, gioiello indiscusso del centro storico di Lucca. Costruita nel XI sec. dalla famiglia Buonvisi e acquistata agli albori dell’ottocento da Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone, la villa contiene all’interno del proprio recinto un giardino ricco di fontane, roseti, siepi, alberi e ampie zone verdi che regalano un’esotica sensazione di pace.

Gli organizzatori hanno pensato ad un modo alternativo di interagire con gli utenti del festival.
È possibile fin da ora garantirsi l’accesso al festival, ad una cifra vantaggiosa, prenotando pacchetti speciali in edizione limitata su www.eppela.com/wom-fest.
La pagina verrà costantemente aggiornata e saranno coinvolti anche gli artisti che parteciperanno al festival.

La manifestazione comprenderà anche un mercatino e numerose attività parallele di cui vi informeremo a breve.

Giovedì 24 maggio
Selton
Generic Animal
+ Effenberg 

Venerdì 25 maggio
Colapesce
La Notte
+ Gionata

Sabato 26 maggio
Donatella Rettore
Francesco De Leo
+ Ciulla

www.womfest.it

www.facebook.com/pg/wommovement

Balla coi cinghiali 2017

1497358750balla

Quattro palchi, più di venti ore di musica dal vivo, 50 ospiti musicali tra artisti internazionali, band e dj, 18 ore giornaliere tra attività e spettacoli: questi i numeri della dodicesima edizione di Balla Coi Cinghiali, in programma dal 24 al 26 agosto 2017. Organizzata con il patrocinio della Regione Piemonte e del Comune di Vinadio, la manifestazione si svolgerà anche quest’anno nella location di suggestiva bellezza del Forte Albertino di Vinadio.

Un grande laboratorio artistico e culturale a cielo aperto, che si ispira ai grandi appuntamenti internazionali e come questi offre a chi desidera vivere il festival a 360° la possibilità di soggiornare in un’area tende. Nato nel 2002 come evento autoprodotto, nel corso degli anni Balla Coi Cinghiali ha raggiunto numeri estremamente convincenti. La scorsa edizione ha toccato le 10000 presenze e coinvolto oltre 200 volontari provenienti da tutta Italia.

Numerose le attività previste tra arte, enogastronomia, sport e relax. Il programma spazia dalle escursioni in Valle Stura ai laboratori di pittura; dalle rappresentazioni teatrali alle esposizioni di fotografia; dalle arrampicate sulle mura del Forte agli stage di danze occitane per bambini. Inoltre, sarà allestita un’area dedicata interamente al benessere dove seguire lezioni di hatha yoga e usufruire di trattamenti shiatsu e ayurvedici. Immancabile l’area Food&Beverage con la storica cucina BCC, l’enoteca e gli stand dedicati allo street food.

Ampio spazio, ovviamente, alla musica dal vivo, grazie ad una selezione variegata che coinvolgerà un pubblico trasversale: dal magnetico Tricky, tra i fondatori dei Massive Attack e pioniere del genere trip hop ai giovanissimi astri nascenti del rap Sfera Ebbasta e IZI, tra gli artisti più seguiti del fenomeno trap italiano; dalle fascinazioni sudamericane dell’elettronica di Populous alle esplosioni pirotecniche tra samba e techno targate Ninos Du Brasil; dall’impetuoso indie rock dei romagnoli Nobraino, alla rivisitazione dello swing in chiave elettronica del duo torinese The Sweet Life Society. E ancora, lo show audiovisivo dei britannici Addicitive TV, le derivazioni dub del produttore Baldini fresco di collaborazione con Jovanotti, il nuovo talento del reggae italiano 2g Raphael, le sonorità della tradizione roots coi veterani Talisman, per la prima volta in assoluto dal vivo in Italia, la freschezza folk dei giovanissimi Eugenio In Via Di Gioia, i ritmi in levare dei TheMagnetics e l’ironia dello ska-rocksteady italianizzato dei milanesi Vallanzaska.

Spazio ai musicisti emergenti su cui scommettere: lo stage Cinghiali Sonici propone 12 band selezionate tra le 355 candidature spontanee raccolte online sul sito di Balla Coi Cinghiali, mentre le tre band finaliste del concorso Pagella Non Solo Rock 2017, in collaborazione con Comune di Torino e sPAZIO211, condivideranno il RadioOhm Stage con gli artisti selezionati dalla webradio indipendente di Torino, che cura per il secondo anno consecutivo la direzione artistica di uno dei quattro palchi. Tra gli appuntamenti da segnalare, le colazioni mattutine tra musica e letteratura e il corner a cura di Raindogs House nella nicchia dove è presente anche una piccola enoteca: uno spazio intimo dove godersi ogni giorno performance di qualità che spaziano dai classici anni ’50 al rock, dal blues al folk, in compagnia di un buon bicchiere di vino.

Centrale, anche per questa edizione dal titolo “Nature Rocks”, la tematica ambientale. Balla Coi Cinghiali, infatti, è uno tra i primi eventi musicali in Italia a compensare la CO2 emessa, grazie alla collaborazione con Treedom: le emissioni di gas serra prodotte nel corso delle attività del festival vengono calcolate con la metodologia Life Cycle Assessment. Treedom si occupa, quindi, di piantare tanti alberi quanti ne risultano necessari per assorbire la quantità di CO2 equivalente. Tutti gli alberi vengono piantati da contadini locali in paesi o realtà dove rivestono un’utilità sociale: dal Kenya alle zone colpite dal terremoto di Haiti, fino al Senegal con gli obiettivi del rimboschimento, del sostegno della produzione agricola e per la creazione di reddito. Inoltre, all’interno del festival si differenziano i rifiuti e vengono utilizzati solo bicchieri in PET riciclabili.

Qui la lineup completa:
Tricky (UK, data in esclusiva per il Nord Italia), Sfera Ebbasta, IZI, Paolo Baldini DubFiles, Nobraino, Populous, Ninos Du Brasil, Raphael, Addictive TV (UK, unica data italiana), The Sweet Life Society, Eugenio In Via Di Gioia, TheMagnetics, Talisman (UK, prima data ufficiale in Italia), Vallanzaska, Aquarama, Giulia’s Mother, Pijama Party, Veyl, Albi Scotti, Elso, Lumo (vincitori del concorso Pagella Non Solo Rock 2017), Into My Plastic Bones, Fran E I Pensieri Molesti (secondi classificati al concorso Pagella Non Solo Rock 2017), Elk, Nanai, Flatmates 205 (terzi classificati al concorso Pagella Non Solo Rock 2017), A Love Electric (MEX), A Morte L’Amore, Pop James, La Macabra Moka, Woodoo Dolls, Sonny Willa, Cherry Bomb, Tsao, Supasonic Fuzz, Kama, Cantiere 164, Cambrian, Maru, Atlante, Messa, Diecicento35, Big Cream, Baci Rubati, Les Trois Tetons, Jasban, TheTrueStoryOfTheEnd, Circo Meraviglia.

Per info: http://www.ballacoicinghiali.com

 

Zuma/Beaches Brew: due festival a cui non mancare!

In partenza per il Primavera Sound di Barcellona, non posso esimermi dal segnalarvi un paio di festival italianissimi a cui sarebbe un piacere partecipare, cosa che non potrò fare a causa dell’evidente sovrapposizione/vicinanza con la grande rassegna catalana.

zuma-zero-milano

Il primo è un festival nuovissimo, alla sua prima edizione, si chiama Zuma e si svolgerà il 2, il 3 e il 4 giugno al Cascinet di Milano. La programmazione è, a mio parere, spettacolare e, visto che si è alla prima edizione, mi pare giusto lasciare agli organizzatori stessi la parola:

Quante facce può avere la psichedelia?
Infinite, siamo convinti. Costruendo Zuma abbiamo cercato di declinare questa parola in tanti possibili modi e tanti possibili suoni. 17 live, 5 dj set, 2 installazioni sonore, uno spleeping concert, diversi workshop, un forno per la pizza. La pizza è vita.

Siamo molto felici di riportare insieme su un palco Futuro Antico, riformatisi per suonare a Zuma. Walter Maioli (già negli Aktuala), Riccardo Sinigaglia (compositore, già Correnti Magnetiche) e Gabin Dabiré (percussionista e compositore africano) nella breve e seminale attività del gruppo, 1980-1981, hanno miscelato suoni degli strumenti musicali etnici – soprattutto quelli preistorici e dei popoli primitivi – e quelli dell’elettronica analogica. Da qui la definizione di “musica etnoelettronica”. I tre dal 1981 ad oggi hanno continuano a percorrere individualmente strade musicali, geografiche e spirituali proprie che si rincontreranno a Zuma.
Incontro tra generazioni sarà il live inedito di Jooklo & Gaetano Liguori Free Mind Jazz Explosion: uno dei primi musicisti free jazz italiani, Gaetano Liguori, suonerà con l’ultima generazione di jazzisti free italiani, Virginia Genta e David Vanzan, i Jooklo Duo. Gli anni settanta e i duemila, un set unico e inedito.
Per la prima volta in Italia arrivano dall’India le Mandolin Sisters, le mani più veloci in circolazione su un mandolino elettrico. Due sorelle, una cascata di note che si rincorrono sostenute da tabla e percussioni. La tradizione indiana Carnatic si espande verso confini indefiniti.
Dall’India arriva anche Pandit Ritwik Sanyal, uno degli artisti più importanti nell’ambito della musica classica vocale indostana nello stile Dhrupad. Si esibirà insieme a Federico Sanesi, percussionista e maestro di tabla. Un concerto all’alba -o quasi- per risvegliarsi bene.
Mike Cooper è il re indiscusso della chitarra lap-steel e delle camice hawaiane. Attivo dagli anni settanta, è un vero esploratore musicale.
Gli Halfalib sono la nuova generazione liquida della psichedelia pop. Milanesi, hanno esordito al festival SXSW di Austin e presentano a ZUMA il loro primo disco, Malamocco.
Che dire dei Rainbow Island? Forse che sono venuti apposta sulla terra per farci girare la testa in un piacevole shakeraggio multicolor del cervello. Hanno fuori uno dei migliori dischi del 2017, Crystal Smerluvio Riddims.
Dietro a DSR Lines c’è David Edren, dell’etichetta Hare Akedod. Si muove su frequenze e beat minimali, synth modulari, suoni analogici. Ascoltarlo è come guardare la musica elettronica al microscopio. Ha fatto due dischi per Ultra Eczema, il suo live a ZUMA sarà il release party di un prossimo disco che uscirà per Black Sweat intitolato Spoel.
Forse non tutti sanno che dalle parti di Torpignattara si aggira una specie di Syd Barrett multiforme noto come Trapcoustic, progetto acustico del celebre Demented Burrocacao. Non poteva esserci luogo migliore di una cascina la domenica pomeriggio per ascoltarlo.
Un po’ Barrett lo-fi è anche Björn Magnusson, da Berlino con un disco d’esordio fuori ora per Specter Fix Press.
I Jealousy Party da 17 anni sono un frullatore impazzito da cui è uscito un genere chiamato Punca. Un collage di jazz, avant rock, dub, funk, elettronica.
Gli Embryo sono il collettivo musicale forse più longevo in circolazione. Hanno girato il mondo e lo hanno messo in musica. Tedeschi, i più eclettici, psichedelici e free form della pattuglia uscita dal krautrock.
King Ayisoba arriva dal Ghana e ha prodotto uno stile unico basato sul kologo, uno strumento a due corde in nylon (del filo da pesca) costituito da un corpo ricavato da mezza zucca ricoperta da pelle di capra e da un manico a cui spesso vengono inchiodati pezzi di ferraglia.
Cacao sono library music impazzita, fuori controllo, sci-fi.
Gli Squadra Omega escono con un disco nuovo nei giorni del festival. Con membri di The Mojomatics, With Love and Be Maledetto Now! dal 2008 hanno spaziato tra avant/kraut/psych rock e jazz cosmico. Sono tra le band protagoniste dell’italian occult psychedelia.
I Wolfango qualcuno li ricorderà a fine anni novanta per la canzone Ozio. Non sono mai cambiati e sono la cosa più bella per chiudere questo festival.

Live:
Futuro Antico (I) / Jooklo & Gaetano Liguori Free Mind Jazz Explosion (I) / Rainbow Island (I) / Madolin Sisters (IND) / Mike Cooper (UK) / Halfalib (I) / Björn Magnusson (D) / DSR Lines (BE) / Trapcustic (I) / Federico Sanesi & Pandit Ritwik Sanyal (I/IND) / Jealousy Party (I) / Embryo (D) / Squadra Omega (I) / Wolfango (I) / Cacao (I) / King Ayisoba (GH)

Dj set:
BigShot  – Tropic Disco soundsystem  – Isamit Morales – Hybrida  – Psycophono

Sonorizzazioni:
Luca Garino – Seìlection Des Musiques Traditionnelles d’Afrique 
Communion set trip – installazione sonora nell’antico abside 

Sleeping concert by Sleep Collective
Nelle giornate del festival saranno attivi i progetti di CasciNet, ci saranno banchetti di dischi, libri e autoproduzioni. Nei pomeriggi di sabato e domenica workshop (confermato Walter Maioli con “strumenti e musica dell’antica Roma”) e performance musicali-letterarie.

Luca Tanzini ha donato a ZUMA una serie speciale di cartoline dell’agenzia di viaggi interplanetaria intitolata “Saluti da Zuma” che saranno esposte nei tre giorni del festival.

Saranno attivi un bar e una cucina.

Free camping. Si potrà campeggiare, ZUMA è un festival in cui stare bene insieme. Il campeggio è nel prato della cascina.

Zuma è un’alleanza tra Black Sweat records, La Società Psychedelica, Ca’ Blasè, Sotto, Guscio Sound, Trok, Volume, Legno, BigShot, Sleep Collective, Reverend’s Shop.

Per info: http://www.zumafest.it

16298488_762313900600811_2558292058004869791_n

Passiamo ora al secondo festival, consigliatissimo perché è gratis, perché si svolge sulla spiaggia al mitico Hana-Bi di Marina di Ravenna e poi, soprattutto direi, perché ha una programmazione che è sempre fenomenale, anche quest’anno. Qui la farò senz’altro più breve, per qualsiasi appassionato di musica parlano i nomi, punto.

E allora, ecco qui il programma dell’edizione 2017:

5 giugno (unica giornata all’Harbour Stage, nel centro di Marina di Ravenna)

Kikagaku Moyo
Operators
Mandolin Sisters
Altin Gün 

6 giugno (Hana-Bi)

King Gizzard & the Lizard Wizard
King Khan & the Shrines
The Coathangers
Death Valley Girls
Lame
The Devils

7 giugno (Hana-Bi)

Shellac
Weyes Blood
Preoccupations
Kaitlyn Aurelia Smith
Decibelles
Mood
DJ Fitz

8 Giugno (Hana-Bi)

Thee Oh Sees
Moon Duo
Blue Crime
King Ayisoba
Gomma
Matteo Vallicelli
DJ Fitz

Per info: sito

Balla coi cinghiali 2016

Balla Coi Cinghiali al Forte di Vinadio

18-19-20 agosto 2016

BCC_2016_2

Cresce l’attesa per l’edizione 2016 del Festival Balla Coi Cinghiali, che dal 18 al 20 agosto animerà il Forte di Vinadio, simbolo della Valle Stura di Cuneo, con concerti e dj set, distribuiti su quattro palchi, mostre, reading, spettacoli, laboratori, giochi e attività all’aria aperta. Non mancheranno poi stand enogastronomici con proposte di qualità per chi ama mangiare e bere bene e un’area tende per chi desidera fare una vera full immersion nel Festival.

Saranno più di cinquanta gli ospiti musicali che nei tre giorni si divideranno tra il Main Stage, il RadioOhm Stage in riva al laghetto, il Raindogs House Corner, che ospiterà le esibizioni di nomi di spicco del blues italiano e il nuovo Cinghiali Sonici Stage, uno spazio musicale tutto nuovo che presenterà al pubblico del Festival una speciale “selezione BCC” di realtà emergenti italiane.

Sul palco principale apertura in grande stile giovedì 18 agosto con Bugo, che presenterà il suo nuovo album “Nessuna scala da salire”, il duo elettronico Aucan e I Cani, la band-non-band capitanata da Niccolò Contessa. Ad animare l’apertura e la chiusura dei concerti con i loro dj set saranno i The Bad & The Ugly.

Sul RadioOhm Stage si esibiranno Twang, Due Venti Contro, Lo Straniero, Testadimorto e da Trento il duo electro-pop Pop X.
Il Raindogs House Corner ospiterà il trio blues Il Sindacato del Mojo, mentre ad aprire le danze sul nuovo Cinghiali Sonici Stage saranno Daniele Isola e Howlin’ Pussy Experience.

Venerdì 19 agosto tante buone vibrazioni con la Ragga Coi Cinghiali Night by Groove Yard Sound, che vedrà salire sul Main Stage di BCC 2016 Max Romeo, uno dei personaggi cardine della storia del reggae, in tour con i due figli Rominal e Xana Romeo e la Charmax Band. In apertura due tra le band più rappresentative della scena reggae piemontese, i Mahout e i Crazy Power Flowers, e da Genova i travolgenti Tuamadre. Chiusura di serata che va oltre il reggae con il dj tedesco ESKEI83 in una delle sue rare apparizioni in Italia.

Sul RadioOhm Stage sarà il turno di Neverwhere, Arturocontromano, Calvino, Crunk e Ronny Taylor. Il Raindogs House Corner ospiterà Angelo Leadbelly Rossi, considerato tra i principali interpreti italiani di blues, e i DeadMan’s Blues Fuckers, in una delle loro prime uscite ufficiali, mentre sul palco Cinghiali Sonici arriveranno Hermit, Twee, Amarcord e Giorginess.

La serata conclusiva di sabato 20 agosto vedrà protagonisti sul Main Stage i “padroni di casa”, i Lou Seriol, con il loro trascinante folk-rock occitano, e due ospiti internazionali, Yaite Ramos in arte La Dame Blanche, musicista cubana figlia di Jesus Aguaje Ramos, direttore della leggendaria orchestra Buena Vista Social Club, e Omar Souleyman, musicista siriano che ha fatto ballare i palchi di mezza Europa e che sarà a Vinadio per la sua unica data estiva italiana. Resident dj della serata sarà Keller Dj. La programmazione del RadioOhm Stage si aprirà con i NI.CO e a seguire gli Adam Smith, Francesco Motta, in tour col suo primo album da solista “La fine dei vent’anni”, Albedo e RAM.

Sul Raindogs House Corner sarà la volta di due blues band genovesi, i Sepvlcrvm e i Barche a Torsio, mentre il Cinghiali Sonici Stage ospiterà The Chanfrughen, John Hollande Experience, La Colpa e ElectricBallroom.

Ogni sera, inoltre, al termine dei live il palco del laghetto si trasformerà in una grande dancehall sotto le stelle con: giovedì 18 Groove Yard Sound + U Elettronicu, venerdì 19 Tropical Zena e sabato 20 BID + Natty Roots.

E oltre che sui quattro palchi il venerdì e il sabato la musica sarà anche itinerante per il Forte con Roberto Ranghieri e la sua BigaUp, una cargo bike elettrica con un impianto audio da 6000 watt, luci a led e consolle da dj, e I Bravòm, cantastorie delle Langhe.

Anche l’area letteratura, curata in collaborazione con AsapFanzine.it, vedrà alcuni importanti ospiti musicali nel proprio programma di appuntamenti mattutini e pomeridiani, tra i quali: venerdì 19 agosto alle 10.00 Giovanni Succi dei Bachi Da Pietra, che leggerà Guido Gozzano, il giorno seguente, sabato 20, sempre alle 10.00 Umberto Maria Giardini si esibirà in un concerto chitarra elettrica e voce con i migliori brani del suo repertorio e alle 18:00 Lalli e Stefano Giaccone, due dei protagonisti di Franti, progetto culto tra gli amanti del punk/rock e della controcultura italiana degli Anni Ottanta , daranno vita ad un omaggio musicale in occasione della presentazione del libro “Franti. Perchè era lì” (Nautilus).

Oltre alla musica e alla letteratura, numerose altre attività arricchiranno le tre giornate del Festival: spettacoli teatrali, esposizioni e laboratori artistici, sessioni di live painting, workshop, bookcrossing, proiezioni di cortometraggi e documentari, dibattiti, sedute di yoga, shiatsu, ayurveda e sciamanesimo, stage di boulder e invito all’arrampicata, esibizioni di slackline, escursioni, tornei di beach volley, calcio balilla e giochi contadini, nonché attività per famiglie con bambini.

Maggiori informazioni sul programma sul sito http://www.ballacoicinghiali.com

BIGLIETTI E ABBONAMENTI

Il costo del biglietto d’ingresso alla singola giornata è di 20,00 Euro, l’abbonamento due giorni costa 30,00 Euro e l’abbonamento tre giorni 40,00 Euro.
Per maggiori info sulle prevendite: http://www.ballacoicinghiali.com/ticket/