Lars Rock Fest 2019

A meno di un mese dall’inizio della sua ottava edizione il LARS ROCK FEST, festival ad ingresso gratuito organizzato dall’Associazione Culturale GEC Gruppo Effetti Collaterali e dedicato alle sonorità indie-alternative internazionali ed italiane, dal 5 al 7 Luglio presso i Giardini Pubblici di Chiusi Scalo (SI), presenta il programma completo di concerti e attività collegate che danno vita alla sua edizione 2019.

453b89e1-1d51-4028-822b-6e60ac1e2909

La serata di apertura venerdì 5 luglio vedrà, oltre al concerto già annunciato dei canadesi METZ, considerati come una delle migliori formazioni in circolazione quando si parla di alternative rock e punk-hardcore, con tre album per la mitica SUB POP di Seattle, i live del progetto post-hc romano LAGS e quello dei KINT da Modena, il super gruppo punk-noise-posthardcore con membri di Death Of Anna Karina e RedlineSeason.

Protagonisti della seconda serata del LARS ROCK FEST 2019 saranno i CLOUD NOTHINGS da Cleveland (USA), in arrivo in Italia per presentare l’ultimo album che ha confermato il quartetto come una delle band rock and roll più interessanti e significative dell’ultima decade, insieme ai calabresi MCKENZIE, artefici di un’originale miscela italo-core e il dream pop/shoegaze psichedelico degli HUMAN COLONIES da Bologna.

A rendere memorabile la serata finale domenica 7 luglio ci penseranno gli australiani WOLFMOTHER, la band capitanata da Andrew Stockdale che sulle orme di formazioni storiche come Led Zeppelin, AC/DC ed Aerosmith è riuscita nel tempo ad ottenere un ampio seguito mondiale. Con loro sul palco il trio stoner-rock romano BLACK RAINBOWS, con sei album all’attivo, svariati EP ed innumerevoli concerti sia in Italia che all’estero, e il collettivo audio-visual di Perugia BECOMING X.

A completare il programma musicale ci penserà il CAMPFIRE STAGE che ogni sera proporrà un after show intorno ad un falò. I gruppi che si esibiranno in questa cornice intima e suggestiva saranno Augustine (venerdì), One Glass Eye (sabato) e Dead Poets Society (domenica).

Come di consueto il programma del LARS ROCK FEST proporrà una serie di spazi ed eventi culturali nell’area del festival:

OPEN BOOK
Con il Lars Rock Fest torna Open Book: un’occasione imperdibile per toccare con mano pubblicazioni di grande qualità e avvicinarsi al mondo visionario, libero e creativo dell’editoria indipendente. Per 3 giorni, Open Book offrirà un’immersione rigenerante nella resistenza culturale, a difesa della bibliodiversità e della pluralità di pensiero. Inoltre quest’anno, Open Book accoglierà anche lo spazio riviste con la preziosa collaborazione di Firenze RiVista​ e la partecipazione di Edicola 518​.
Il programma completo nell’evento ufficiale

Anche quest’anno il consueto spazio STREET MARKET permetterà al pubblico del festival di acquistare vinili, CD, fumetti, libri, abbigliamento e prodotti di artigianato, mentre quello dedicato alla ristorazione FOOD&DRINKS offrirà un ristorante, un’area street food ed una dedicata a birre e cocktail .

Completa il programma lo spazio ART&FUN con live drawing e laboratori artistici per adulti, ragazzi e bambini.

Per tutti coloro che verranno in treno o per chi pernotterà al campeggio sul lago di Chiusi oppure nel centro storico, sarà operativo il servizio LARS ROCK SHUTTLE, navetta gratuita a chiamata.

PROGRAMMA

Tutti i giorni:
17.00 – apertura street market, mercatino del disco, fiera dell’editoria indipendente Open Book
17.30 – apertura birreria e cocktail bar
19.30 – apertura ristorante e pub
19.30 – “9 studenti per 9 manifesti”. Gli studenti del III corso dell’Istituto Italiano di Design di Perugia espongono i loro elaborati progettati come esercitazione durante il corso di metodologie progettuali e le sperimentazioni di serigrafia fatte nel workshop con Mynameisbri. A cura di Daniele Pampanelli e IID
20.00 – dj-(sun)set
20.00 – live painting drawing con Biblioteca delle Nuvole e collettivo Becoming X
21:30 – inizio concerti Main Stage

Venerdi 05.07
18.00/19.00 – laboratorio per bambini con Chiara Dionigi (Collettivo Becoming X)
18.30/19.30 – Presentazione della graphic novel “4 vecchi di merda”, Coconino Press 2018, di Marco Taddei e Simone Angelini.
Fumetto horror ironico: quattro punk all’ospizio in un futuro vecchio, una distopia  contraddistinta dal classico humor nero e dal nichilismo che ha reso famosa la coppia. In collaborazione con TINALS che presenta “Sui Generis: this Is Not Punk”.
Con Andrea Provinciali, Marco Taddei e Simone Angelini.

Sabato 06.07
17.00 – Open Book ospita riviste internazionali e italiane in collaborazione con il festival fiorentino “Firenze Rivista” e con la partecipazione di Edicola 518
18.00/19.00 – “Go green! Restiamo al verde!”, letture e laboratorio per bambini per esplorare insieme il colore più ecologico dell’anno. A cura di La Sedia Blu – Firenze. Età 6-10 anni.
18.00/19.00 – Yoga con Eleonora. Una lezione di hatha vinyasa yoga per riequilibrare corpo, mente e respiro. A cura di Eleonora Ansano.

Domenica 07.07
17.30/18.30 – “D’AMAndo”, laboratorio per bambini. Costruiamo una dama con materiali di recupero e giochiamo insieme. A cura di Comitato Soci Coop di Chiusi e Legambiente. Età 6-10 anni.
18.30/19.30 – “Badabum che bum”, letture e musica. A cura di Biblioteca di Chiusi. Età 0-6 anni.
19.00/20.00 – Presentazione del libro “Rock Lit”, Jimenez edizioni 2018, di Liborio Conca.
«Sherwood Anderson, John Cheever e Flannery O’Connor hanno cambiato la mia musica» Bruce Springsteen. A cosa serve la letteratura per chi fa rock?  Liborio Conca risponde alla domanda in un viaggio tra la musica e la letteratura. Con Liborio Conca e Stefano Solventi.

Inside Primavera Sound 2018 #1

primavera-sound-2018png.jpg

Uno dei motivi d’orgoglio del Primavera Sound, il famoso festival di Barcellona, è sempre stata l’estrema attenzione data alla sua line up, non soltanto per quello che riguarda gli headliner, ma forse ancor di più nei confronti di tutti quei nomi abitualmente scritti in piccolo. Ecco, in tutti i suoi comunicati stampa e in generale per quelli che sono i suoi metodi comunicativi, una cosa è certa parlando di Primavera Sound: è un festival dove non ci sono artisti scritti in piccolo.

È ovvio, però, che alcuni artisti sono decisamente più conosciuti che altri e allora, anche per sfatare qualche malumore sorto dopo l’annuncio degli artisti in cartellone quest’anno, dovuto mi sa più che altro alle altissime, spesso folli aspettative riposte in questo ormai mitizzato festival, ho pensato di fare una serie di post (dove essenzialmente appariranno dei video), riconoscibili dall’intestazione Inside Primavera Sound 2018, attraverso i quali andare a scandagliare i vari act presenti a Barcellona (spesso presenti anche al gemello minore di Porto) nell’edizione di quest’anno.

Ovvio che ad essere scelti saranno gli artisti da me ritenuti più curiosi e interessanti, in modo da dar vita ad un percorso all’interno del festival necessariamente personale. Spero comunque ne possiate trarre qualche spunto per partire alla scoperta di nuova musica da testare poi live.

SUPERORGANISM

Partiamo con una band non ancora giunta all’esordio – che uscirà tra qualche giorno, il 2 marzo – ma già chiacchieratissima, i super pop Superorganism.

Primavera Sound 2014: la line up!

1425210_10152235145923156_708845995_o

 

Il Primavera Sound con il film “Line-Up”, appena proiettato nei cinema spagnoli e in diretta online, ha reso noto il cartellone completo della sua quattordicesima edizione, che si svolgerà a Barcellona da lunedì 26 maggio a domenica 1 giugno, dopo che era già stata precedentemente annunciata la presenza dei canadesi Arcade Fire, del ritorno dal vivo dei Neutral Milk Hotel e della band di Frank Black, i Pixies. A questi si aggiunge ora un esteso elenco di artisti che si divideranno i vari palchi del Parc del Fòrum dal 29 al 31 maggio. Tra tutte queste nuove conferme risaltano come headliner i Nine Inch Nails di Trent Reznor, gli americani The National, la mitica formazione desert rock dei Queens of the Stone Age, il nuovo progetto di Justin Vernon (con Bon Iver) i Volcano Choir, il rapper californiano Kendrick Lamar e il leggendario e influente cantautore brasiliano Caetano Veloso.

I primi live festivalieri per l’appena riunita band britannica dei Slowdive, l’house dei britannici Disclosure, i Television, da New York, che rieseguono “Marquee Moon”, il loro più grande album, il math-pop dei potenti Foals, la presentazione del nuovo album degli scozzesi Mogwai, l’electropop degli artisti di grande successo Metronomy e Darkside, il nuovo progetto di Nicolas Jaar: sono tutti progetti che si aggiungono al cartellone dell’evento barcellonese.

Un gran numero dei partecipanti di questa edizione suoneranno in Spagna per la prima volta. È così per la perla nascosta del folk al femminile Linda Perhacs, The Julie Ruin (la nuova band di Kathleen Hanna, già componente delle Bikini Kill), l’esplosiva cult band Chrome, la rumorosa band britannica dei Loop and Body/Head, e il nuovo progetto di Kim Gordon dei Sonic Youth.

Anche altri nomi del momento arriveranno al Primavera Sound per presentare i loro più recenti lavori: dall’Australia Cut Copy e il loro dance pop, i divertenti e stravaganti Black Lips, il genio britannico Blood Orange, rivitalizzatore della più attuale black music, i veterani del rock anni novanta Superchunk, i Drive-By Truckers col loro classical rock e il dance floor funk del duo Chromeo.

Una moltitudine di stili musicali animerà i palchi dell’evento barcellonese: si va dall’afrobeat di Seun Kuti & Egypt 80 e i newyorkesi Antibalas, al cosmic jazz della Sun Ra Arkestra, al post rock dei canadesi Godspeed You! Black Emperor, al metal delle band Kvelertak e Deafheaven, al noise dei Wolf Eyes, allo splendido electro pop di Helen Love, la musica neo classica di A Winged Victory For The Sullen  fino ad approdare al soul di Charles Bradley.

La selezione delle band spagnole è capitanata dalla band Standstill che metterà in scena lo spettacolo Cénit, a seguire ci saranno la band di Granada Grupo de Expertos Solynieve e la presentazione del nuovo album della band barcellonese Mishima, la consacrazione di El Petit De Cal Eril come una delle band più stabili della Spagna, l’alleanza musicale tra Sílvia Pérez Cruz and Raül Fernández Miró, i live di León Benavente e El Último Vecino, le band rivelazioni del 2013, la cantautrice catalana Joana Serrat con il suo nuovo album, il duo electro-analogico Svper e, infine, gli Oso Leone di Maiorca.

Per quanto riguarda il programma di musica elettronica, a fare da apripista sarà il Dj francese di fama mondiale Laurent Garnier, dopodiché si esibiranno molti altri artisti: i tedeschi Moderat (Nati dall’unione tra Modeselektor e Apparat), i ritmi possenti dei SBTRKT, la rivelazione electro-dance Daniel Avery, Jamie XX dal Regno Unito (membro della band The XX), da Madrid arrivano i Pional, Da Barcellona i Lasers con il loro live set impeccabile, la house di Julio Bashmore, i suoni sperimentali di Demdike Stare e The Haxan Cloak.

Primavera a la Ciutat inonderà di musica ogni angolo di Barcellona con svariate proposte in parallelo alla programmazione principale dell’evento principale.

Tra queste risalta la giornata a ingresso gratuito di mercoledì 28 maggio al Parc del Forum, dove suoneranno Sky Ferreira, la rivelazione belga Stromae, gli argentini Él Mató a un Policia Motorizado, il duo electro pop Holy Ghost!, il gruppo emergente inglese Temples e la formazione di Madrid Fira Fem. Per tutta la durata della settimana del festival, locali come Apolo, BARTS e il Teatre Principal accoglieranno tutti i tipi di concerti, tra i quali si distinguono Darren Hayman and the Trial Separation, Full Blast, Shellac, Angel Olsen, Juana Molina, Paus, The Brian Jonestown Massacre, Har Mar Superstar e gli showcase delle etichette catalane Bcore e La Castanya. Merita una nota a parte la programmazione a ingresso gratuito di Els Vermuts del Primavera nel Parc de la Ciutadella, con concerti come quelli di Speedy Ortiz, Dum Dum Girls, Boogarins, The Mark Eitzel Ordeal, e La Sera,  nei giorni 31 maggio e 1 giugno.

 Heineken® sarà per il secondo anno consecutivo lo sponsor principale del Primavera Sound, in seguito alla più che positiva esperienza della scorsa edizione. Il festival e la nota marca di birra uniscono di nuovo le forze per assicurarsi che anche questa edizione, risulti ancora una volta memorabile. Da parte loro, Ray-Ban e adidas Originals, con i loro duraturi trascorsi come sponsor ufficiali del festival, continueranno anche quest’anno a scommettere sul Primavera Sound. Si aggiungono come nuovi sponsor Martini e Lay’s, mentre Movistar rinnova la sua presenza come partner tecnologico.

Primavera Sound 2014: “Line Up” The Movie

Martedì 28 Gennaio il Primavera Sound 2014 svelerà il suo cartellone con la presentazione del film Line-Up”, che debutterà nelle nelle sale delle principali città spagnole, comprese Madrid e Barcellona. Diretta da Alex Julià, la mente dietro il documentario “Nitsa 94/96: El giro elettronico“, e prodotto dalla Igloo Films, la pellicola sarà visibile simultaneamente sia al cinema che online cliccando sul link http://www.line-upthemovie.com. “Line-Up” è stato girato a Detroit, ex-capitale dell’industria automobilistica USA attualmente nel vivo di una crisi senza precedenti, dove il protagonista del film, un commesso di un negozio di dischi, vive un’esperienza unica grazie a un disco misterioso.

aab9c85698e41f409a086d6794da4c3e
La proiezione inizierà alle 20:30 precise.

A Barcellona, dopo il film gli spettatori saranno invitati a una festa nel Teatre Principal, situato sulla Rambla centrale della città, dove a partire dalle 21:45 ci sarà un concerto a sorpresa di una delle band internazionali che parteciperanno alla prossima edizione del Primavera Sound e un dj set di Dj Coco.

INFORMAZIONI SU “LINE-UP”:

SINOSSI:
Un uomo lavora in un negozio di dischi di Detroit e vive un’esperienza unica grazie a un disco misterioso. Da lì in avanti la sua vita compierà una svolta a 180 gradi, influenzando tutto ciò che lo circonda. Ma è davvero pronto per vivere questa esperienza?

CREDITS:
Regista: Alex Julià
Idea originale e sceneggiatura: Snoop
Produzione: Igloo Films
Produzione esecutiva: Meghan Shaw / Mireia Martínez / Marta Argullós
Fotografia: Marc Miró
Editor: Andrés Gil
Assistente alla regia: Luis Casacuberta
Produttore: Shannon Cragin
Postproduzione immagini e suoni: JD Alonso / Enefecto 3,0 / Xevi Estudi

CAST:
Barton Sumner Bund: Paul
Joanna Maria Bronson: Bruna
Jennifer Amanda Proescher: Ragazza bionda
Brian Joseph Papandrea: Amico di Paul
Grover Mcants: Uomo col Cappello
Marty Bufalini: Padre di Paul
Connie Cowper: Madre di Paul
Anton Bassy: Uomo col cane

SPECIFICHE TECNICHE:
Titolo: Line-Up
Genere: Fantascienza
Colore
Suono: Stereo digitale
Anno di produzione: 2014
Nazionalità: Spagna
Data d’uscita: 28 gennaio 2014
Lingua: Inglese
Versione: Inglese con sottotitoli in Spagnolo