Musica Contro Le Mafie 2015: i vincitori!

1441030751038-7ZXJU4IB-thumbnail-34447.jpg

Dopo un lungo percorso iniziato a Settembre 2015 e le finali di Cosenza e Ascoli Piceno che hanno dato ai partecipanti il modo di poter vivere momenti importanti di condivisione con gli altri partecipanti e artisti ospiti, abbiamo finalmente i nomi dei “2 VINCITORI” del Premio “Musica contro le mafie” 6^ Edizione
I brani sono stati scelti tenendo conto del numero di voti delle giurie in sala delle fasi finali che hanno espresso le proprie preferenze.
Tutti gli iscritti avrebbero meritato di vincere un premio per la capacità di condensare in un brano musicale messaggi profondi e musica di qualità, per cantare e suonare desideri di giustizia, per scuotere dall’indifferenza dall’apatia e dalla rassegnazione.
Mettersi insieme e condividere per costruire legalità, per costruire più partecipazione, per favorire forme di protagonismo come attenzione agli altri, per dare una mano a far capire a tante persone che è importante spendere ‘NON la VITA per L’io ma L’io per la VITA’.

Anche quest’anno è stato difficile per i giurati di tutte le fasi scegliere tra i finalisti, tutti con brani di grande spessore, sensibilità e impegno concreto nella loro attività musicale.
I 10 Finalisti saranno tutti coinvolti nelle attività di “Musica contro le mafie” e nelle date del Tour che continueranno a portarci in giro per tutt’Italia sotto l’egida di Libera – “Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”.

I nomi dei vincitori e le motivazioni dei premi assegnati agli Artisti :

Dinastia – “Chi gliel’ha fatto fare” :
“E se ti chiederai chi gliel’ha fatto fare – tu guarda il sole, poi guarda il mare – e se non trovi la risposta che cercavi – guarda gli occhi di tuo figlio e pensa al suo domani !”
Pippo Fava diceva: «A che serve essere vivi se non si ha il coraggio di lottare». Quando ci chiederanno “chi te l’ha fatto fare” pensiamo alle persone che vivono schiacciate nella loro libertà, nella loro dignità, che sono messe ai margini, che chiedono uguaglianza e giustizia; di fronte alla fatica e alla sofferenza di tanti non si possono fare solo parole e non si può restare inermi bisogna ‘muoversi’ e non solo ‘commuoversi’. L’unità di misura dei rapporti umani resta la relazione, l’accoglienza, il mettersi in gioco per costruire percorsi che diano più dignità e libertà per tutti. Spendere la propria vita per costruire e condividere con gli altri vuol dire arricchire la propria esistenza e come dice Don Luigi Ciotti: “si riesce a costruirli questi percorsi solo se uniamo le nostre forze, le nostre energie, i nostri pensieri e anche le nostre passioni”

Nasodoble – “Cazz Boh!” :

“Cazz boh” dei sassaresi Nasodoble, è una riflessione sarcastica condita da un amaro riso sardonico; mette a fuoco il disastro politico, sociale, mafioso, militare e industriale della Sardegna e dell’ Italia tutta negli anni zero.
Dobbiamo trasformare la nostra indignazione in responsabilità. Molti mali del nostro Paese si sono sviluppati nell’ombra di un potere solo formalmente democratico, un potere che ha usato il segreto ben oltre i limiti ammessi dalla ragion di Stato. Tutto questo è sempre stato alleato con il grigiore delle coscienze, che dobbiamo risvegliare a cominciare dalle nostre. L’ironia intelligente e beffarda è un arma efficace e pungente che insieme alla cultura può svegliare le coscienze. “Bisogna saper distinguere, per non confondere” – ci ricorda sempre Don Ciotti – “essere capaci non solo di trovare informazioni, ma di cercare sempre, andando in profondità. Dobbiamo conoscere per diventare più responsabili.”

Quest’anno su segnalazione del “Club Tenco” è stata assegnata una ‘Menzione Speciale’ a:
Gaetano – ‘L’Espertone Nazionale’
“Non rassegniamoci a convivere passivamente con ciò che ci accade intorno, non rimaniamo a guardare, dobbiamo ribellarci all’impotenza per fare in modo che a esser normale non sia l’illegalità e la corruzione, le mafie e la furbizia, ma che a diventare normale con l’impegno di tutti, sia la trasparenza. Diffidare sempre di chi ha capito tutto, di chi sa tutto e di chi ha la risposta su tutto; c’è bisogno di continuare a cercare, conoscere ed approfondire avendo la consapevolezza della nostra quota di responsabilità. “I dubbi sono più sani delle certezze e porsi domande in un modo propositivo risulta molto utile nella ricerca della verità e della giustizia.”

L’Associazione “Musica contro le mafie” ha assegnato una “Menzione Speciale” a :
Francesco Bolognesi – ‘In Ogni Momento’
“Il nostro Paese è “malato di delega”: si danno sempre le colpe e le responsabilità agli altri. Si è cittadini a intermittenza e la legalità è malleabile. “In Ogni Momento”…c’è bisogno di un impegno costante perchè è possibile ricostruire una realtà sociale ed economica fondata sulla pratica della cittadinanza attiva e della solidarietà. La presa di coscienza deve tramutarsi in impegno quotidiano che non vuol dire solo comportarsi bene, ma anche non voltare la testa, non peccare di omissione e soprattutto non stare con le mani in mano.”

I Premi Speciali “Musica contro le mafie” assegnati dai Partner :

Premio assegnato da ACEP e UNEMIA:
(Stampa, Distribuzione Digitale e Fisica e Promozione di 1 Disco)
Fabio Cinque
Premio assegnato da SMart-it:
(Concerto/Showcase a BRUXELLES, Città della sede capofila del progetto europeo SMart-it)
Francesco Bolognesi
Premio assegnato da Mk Live :
(Tour Promozionale a cura dell’agenzia di eventi e booking Mklive)
Lennon Kelly
Premio assegnato da Riparte il Futuro:
Le Scimmie Astronauta – L’Amico
(“La corruzione inquina la vita politica e sociale, genera i disservizi, penalizza il diritto e la meritocrazia, mina la fiducia nelle istituzioni, e disincentiva gli investimenti, in particolare quelli provenienti dall’estero. A causa della corruzione il Paese perde importanti opportunità di sviluppo e lavoro, specialmente per i più giovani. La corruzione è la tra le cause principali della disoccupazione, fra i problemi più urgenti che siamo tutti chiamati a risolvere”)
Premi assegnati da On Mag Promotion :
Meet’n’Radio : Misero Spettacolo – Maldestro
Meet’n’TV : Diva Scarlet – Capobbanna

L’organizzazione e il coordinamento di “Musica contro le mafie”, vi invitano a restare collegati con le nostre pagine social e con il nostro sito per tutte le notizie.
Per proposte e adesioni alle date del Tour di “Musica contro le mafie” con stand, proiezioni del documentario, presentazioni, artisti aderenti e quant’altro scriveteci alle nostre email.
Per il Premio Musica contro le mafie 7^ Edizione vi diamo appuntamento a presto con tantissime novità e cambiamenti che saranno annunciati nei prossimi appuntamenti e premiazioni.

“Musica contro le mafie è un progetto che nasce con l’intento di unire sotto la bandiera della legalità le voci di tanti artisti italiani. Gli artisti diventano testimoni di un messaggio di impegno e consapevolezza, di riflessione e invito alla “cittadinanza attiva”. La Musica, il più popolare e universale dei linguaggi, per veicolare messaggi profondi, per cantare e suonare desideri di giustizia, per scuotere dall’indifferenza dall’apatia e dalla rassegnazione. Musica contro le mafie è un contesto di cui tutti possono essere autori; un’associazione che grazie all’impegno degli artisti coinvolti dà sostegno ed è, a sua volta, sostenuta da Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie).” (coordinamento Musica contro le mafie)

Annunci

I finalisti di “Musica contro le mafie”

1441030751038-7ZXJU4IB-thumbnail-34447.jpg

Premio ‘Musica contro le mafie’ 6^ Edizione:
annunciati i 10 Finalisti

La 1^ Finale al Teatro Morelli di Cosenza il 12 Dicembre
Il Premio “Musica contro le mafie” 6^ Edizione, partito il 1° Settembre, ha i suoi 10 Finalisti!

I voti sono stati espressi dalla “Giuria Facebookiana” (valore 20%), “Giuria Studentesca” (valore 35%) e “Giuria Responsabile” (valore 45%); la somma e il rapporto tra questi voti hanno dato il risultato finale ed anche quest’anno “Musica contro le mafie ha i suoi 10 Finalisti che passano alle “Fasi Live”.

I 10 Artisti si esibiranno nelle due location scelte per le “Fasi Finali”:

5 nella finale n°1 (uno) che si esibiranno a Cosenza il 12 Dicembre 2015 al Teatro Morelli

5 nella finale n°2 (due) che si esibiranno a Monteprandone (Ascoli Piceno) il 17 Dicembre 2015 all’Auditorium Pacetti

I 10 Finalisti, in ordine di Classifica, sono :

“Nasodoble” – Sassari (SS), “Lennon Kelly” – Cesena, “Dinastia” – Paternò (CT), “Capobbanna” – Vallo della Lucania (SA), “Gaetano” – Casoria (NA), “Fabio Cinque” – Cosenza, “Misero Spettacolo” – Bologna, “Diva Scarlet” – Bologna, “Maldestro” – Napoli, “Francesco Bolognesi” – Roma.

L’appuntamento ora è per la 1^ Finale di Cosenza al Teatro Morelli del 12 Dicembre 2015.
La serata speciale di “Musica contro le mafie” vedrà, l’esibizione di Capobbanna, Dinastia, Fabio Cinque, Gaetano e Maldestro, finalisti candidati alla finale numero uno.
Presentatore d’eccezione della serata sarà il cantautore calabro/bolognese Federico Cimini che condurrà la serata tra esibizioni ed ospitate; l’autore di “Pereira” sarà anche protagonista di un cameo musicale.
La Finale di Cosenza vedrà inoltre la partecipazione di due ospiti: Levante, una delle cantautrici più interessanti e apprezzate della nuova scena nazionale, e Cesare Basile reduce dalla Targa Tenco 2015 per il miglior disco in dialetto.

Gli altri 5 Finalisti si esibiranno, invece il 17 Dicembre 2015 all’ Auditorium Pacetti di Monteprandone (Ascoli Piceno) con il supporto del ’17 Festival’.
Il coordinamento di Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie) Calabria con quello di Cosenza e lo staff dell’associazione “Musica contro le mafie” allestiranno punti informativi e di incontro con il pubblico presente.

Il Premio “Musica contro le mafie 6^Ed.” è stato ideato e organizzato dall’ Associazione “Musica contro le mafie” e sviluppato e sponsorizzato da MkRecords con il supporto di Acep, Unemia e SMartit sotto l’egida di Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie), con la partnership di Casa Sanremo, Club Tenco, Puglia Sounds, Rumore, Muzi Kult, Gruppo Eventi, Exit Communication e con il sostegno della campagna contro la corruzione “Riparte il Futuro”.

Per info in real time: http://www.facebook.com/pages/Musica-contro-le-mafie/212319238934490 oppure sul sito ufficiale.

Sesta edizione premio “MUSICA CONTRO LE MAFIE”

CHIUDONO L’ 8 NOVEMBRE

LE ISCRIZIONI AL PREMIO NAZIONALE

“MUSICA CONTRO LE MAFIE” 6^ EDIZIONE

ANNUNCIATI I NOMI

DEI COMPONENTI DELLA GIURIA RESPONSABILE

bannergiuria-LOGHI
Chiuderanno l’ 8 novembre le iscrizioni al “Premio Musica contro le mafie – 6^ edizione”, l’ importante premio musicale che coniuga la musica all’impegno sociale, il cui obiettivo è quello di premiare artisti che diffondano messaggi positivi, brani che abbiano contenuti a favore della Memoria, Denuncia, Giustizia Sociale, Resistenza e Libertà.

Sono stati annunciati i nomi dei membri della giuria “Responsabile” che, insieme a quella Facebookiana e Studentesca, decreteranno i dieci finalisti del premio che si esibiranno nelle due finali [il 12 Dicembre a Cosenza (con il supporto di “MkLive”) e il 17 Dicembre a Monteprandone – Ascoli Piceno (con il supporto del “17 Festival”)] per essere poi premiati a Febbraio 2016 presso “Casa Sanremo” nella settimana del Festival della canzone italiana.

La giuria è composta da 20 giurati provenienti dai più diversi e disparati “mondi” della cultura, della musica, dell’associazionismo antimafia, del giornalismo e della critica musicale, al fine di avere un giudizio finale il più plurale e ampio possibile:

Enrico De Angelis : Direttore Artistico – “Club Tenco”; Marcello Ravveduto : Giornalista/Scrittore/Editorialista – “L’Espresso, Fan Page, Narcomafie”; Pasquale Rinaldis : Giornalista/Critico Musicale – “Il Fatto Quotidiano”; Luca Minutolo : Giornalista/Critico Musicale – “Rumore”; Ambrosia Jole Silvia Imbornone : Critico Musicale – “L’Isola, Mescalina, Rockerilla”; Monica Reale : Capo Redattore – “Muzi Kult”; Annino La Posta : Giornalista/Scrittore/Critico Musicale – “Club Tenco”; Gianluca Veltri : Giornalista/Critico Musicale – “Il Mucchio”; Lino Brunetti : Critico Musicale – “Buscadero”; Mauro De Cillis : Rai Isoradio; Michele Saran : Giornalista/Critico Musicale – “OndaRock.it”; Michele Gagliardo : Responsabile Nazionale Libera ‘Formazione’ – Libera (Associazioni nomi e numeri contro le mafie); Giuseppe Parente : Libera ‘Formazione’ – Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie); Leonardo Ferrante : Referente Scientifico – “Riparte il Futuro” (Libera/Gruppo Abele); Gennaro de Rosa : Coordinatore – “Musica contro le mafie”; Alessandro Angrisano : Presidente – “A.C.E.P.”; Vincenzo Russolillo : Presidente – “Gruppo Eventi, Casa Sanremo”; Daniela Serra : Amministratrice – “Exit Communication”; Marco Verteramo : Head Promoter Live – “MkRecords/MkLive”; Morea Velati : Consigliere – “SMartIt”

“Musica contro le mafie” è ideato, organizzato e diretto dall’ Associazone “Musica contro le mafie” sotto l’egida di Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie), sviluppato e sponsorizzato da Mkrecords con il supporto di ACEP, UNEMIA e SMartIt e con il sostegno e la partnership di Club Tenco, Casa Sanremo con Radio 105 e Radio Montecarlo, Gruppo Eventi, Exit Communication, Puglia Sounds, Rumore, Muzi Kult, il M° orafo Michele Affidato (che realizzerà i premi dei vincitori) e con il rinnovato sostengo della campagna “Riparte il Futuro”.

Per informazioni e iscrizioni: Musica contro le mafie