HATER “Red Blinders”

HATER
Red Blinders
Fire

Hater-Red-Blinders-1500-x-1500-2Mo
Hanno esordito in lungo, giusto ad inizio anno, con un disco, You Tried, pubblicato dalla piccolissima PNKSLM Recordings. Ora provano a farsi conoscere al di fuori della loro natia Svezia, approdando sulla ben più strutturata Fire Records, per la quale hanno preparato questo Red Blinders, EP di quattro brani per una quindicina circa di minuti. La musica del quartetto guidato dalla cantante Caroline Landhahl è piuttosto facilmente inseribile nel filone dream pop. Proprio a quelle sonorità fa pensare la Blushing messa in apertura, con la sua soave melodia sognante, il tintinnare delle chitarre, l’ipnotico srotolarsi di basso e batteria; se il tutto fosse un pizzico più saturo, saremmo ad un passo anche dallo shoegaze. La successiva Rest se la gioca attraverso una melodia frizzante e solare, ineffabilmente pop, mentre il pezzo che dà il titolo all’EP tira in ballo un sentire maggiormente wave e fa venire in mente la musica di una band contemporanea quale gli Alvvays. In chiusura, Penthouse si fa più serrata ed incalzante, senza comunque perdere quel sottile e limpido tono onirico e agrodolce che caratterizza un po’ tutta la musica del quartetto. Per i fan del genere, un assaggio veloce per fare la conoscenza di questa nuova band.

Lino Brunetti

Annunci