SHIJO X “Odd Times”

SHIJO_odd_timesSHIJO X
Odd Times
A Buzz Supreme/Audioglobe
Avevamo lasciato gli Shijo X all’epoca del loro ottimo secondo album, …If A Night, e li ritroviamo oggi, cinque anni dopo, non solo con l’uscita del nuovo disco, ma anche con la notizia che saranno una delle tre band italiane (le altre Persian Pelican e Wrongonyou) scelte per suonare al Primavera Sound di quest’anno, via Primavera Pro. Un bel risultato che non si può che ritenere meritatissimo, specie alla luce dell’ascolto di Odd Times. Se già era originale la loro musica in passato, oggi hanno addirittura fatto dei passi avanti. I “tempi strani” del titolo sono quelli di queste canzoni, cangianti, imprevedibili, spesso su arditi tempi dispari. La linearità trip-hop (comunque non del tutto assente, sentitevi la bellissima Parallax) del passato, ha qui lasciato spazio ad una forma canzone che non sai mai come definire, visto che pur rimandando ad altre musiche – certa eleganza pop, la canzone d’autore dalle sfumature jazz, il soul – in nessuna di esse si fa ingabbiare. Merito senz’altro di una cantante straordinaria quale è Laura Sinigaglia, capace di guidarci con mano sicura attraverso un ampio spettro di emozioni e suggestioni, ma merito anche di una band – Davide Verticelli (piano), Andrea Crescenzi (basso), Federico Adriani (batteria) – raffinata e avventurosa, capace di continue, mirabolanti invenzioni, in costante equilibrio tra modernità e una forma canzone tutto sommato classica, tra il calore della musica dell’anima e l’imprevedibilità di un indomito spirito creativo. Ottima inoltre la scrittura, senza dubbio dotata di appeal per un pubblico internazionale come quello del Primavera. Sono sicuro che faranno faville! Voi, intanto, godetevi il disco.

Lino Brunetti

Annunci

SHIJO X “…If A Night”

SHIJO X

…If A Night

Bombanella/Audioglobe

Salutiamo la nascita della neonata Bombanella Records, label di Maranello, nata attorno allo studio di Davide Cristiani, a cui facciamo i nostri migliori auguri. In questo periodo, qualsiasi cosa nasca non può che essere salutata con gioia. Prima uscita dell’etichetta è questo secondo disco degli SHIJO X, quartetto contrassegnato dalla bella e versatile voce di Laura Sinigaglia, accompagnata dal piano e dai synth di Davide Verticelli, dal basso di Federico Fazia e dalla batteria di Federico Adriani. Racconta una sorta di storia questo disco, la storia di una notte costellata di sogni, di odori, di ricordi, di sensazioni che al mattino rimangono per un attimo, prima di evaporare. Opportunamente, le canzoni del quartetto assumono proprio i contorni di una musica sinuosa e notturna, elegante, minimale, raffinata ed avvolgente, evocativa eppur sempre concreta. Immaginatevi atmosfere fumose da jazz-club all’ora di chiusura, servite in salsa trip-hop ed inizierete ad avvicinarvi alla loro idea di musica. Le melodie cantate da Laura svettano con gran maestria sopra ogni cosa, ma non sono da meno i fraseggi ammallianti del pianoforte, oppure una sezione ritmica che tutto lega con fantasia, sia quando si fa aiutare da un po’ d’elettronica, che quando swinga, affrescando in maniera convincente un mood organico e vibrante. Una gran bella prova insomma, curata in tutti i minimi dettagli. Bello anche l’artwork, approntato da Caterina Sinigaglia.

Lino Brunetti